Acido Ialuronico, l’elisir per le nostre articolazioni

Acido Ialuronico, l’elisir per le nostre articolazioni

Ormai da qualche mese quel fastidioso dolore al ginocchio ti sta costringendo ad applicare continuamente creme antidolorifiche, o a portare sempre con te qualche pillola del tuo antiinfiammatorio. Nonostante tutto il dolore continua a ripresentarsi e la tua vita inizia a risentirne.

Il dolore cronico all’articolazione, soprattutto quella del ginocchio e dell’anca, è riconducibile ad un normale processo di invecchiamento della cartilagine. Nei decenni passati l’unica prospettiva per chi soffriva di questa patologia, erano le cure croniche con antinfiammatori che servivano a limitare la sensazione di dolore in attesa di un intervento di protesi.

Oggi però la terapia conservativa ha fatto passi da gigante regalando a questi pazienti anni sereni ed una qualità di vita notevolmente migliorata.

Con il passare del tempo purtroppo perdiamo elasticità nei tessuti e lo notiamo sia con la comparsa delle prime rughe, sia a livello articolare con i primi dolori, tutto questo è dovuto ad una fisiologica mancanza di acido ialuronico.

MA CHE COS’È L’ACIDO IALURONICO?

L’acido ialuronico è una molecola presente naturalmente nel nostro corpo e funziona un po’ come l’olio per i motori, lubrifica gli ingranaggi e limita gli attriti, ha quindi un’azione antinfiammatoria. Inoltre è in grado di stimolare la formazione del collagene (proteina del tessuto connettivo fondamentale per la buona salute di pelle, cartilagini, ossa, ecc.)

Il grande limite per l’acido ialuronico è che non può essere somministrato per via orale, perciò nel tempo si è andati alla ricerca del miglior metodo di somministrazione per questo principio attivo. L’intuizione di poter iniettare l’acido ialuronico direttamente nell’articolazione risale agli anni 70. Oggi è a disposizione un’ampia casistica che testimonia le buone qualità di questo tipo di trattamento.

È stato visto che l’infiltrazione ciclica di acido ialuronico direttamente nell’articolazione determina in un’ampia quantità di pazienti un miglioramento della qualità di vita con una sensibile riduzione dell’utilizzo di farmaci per il dolore per un periodo che va dai sei mesi ad un anno.

Il dolore articolare però non è solo una prerogativa degli anziani. Spesso anche i soggetti giovani ne soffrono.

Stress prolungati, lavori usuranti, alcuni sport o traumi possono alterare la struttura della cartilagine impedendo la sua funzione di ammortizzazione e causando i fastidiosi dolori articolari.

La cartilagine infatti è un tessuto molle che si trova tra le ossa e che serve ad evitare che queste sfreghino tra di loro. In particolare la presenza del collagene dà a questo tessuto, delle proprietà che le conferiscono resistenza agli stress meccanici (per esempio ogni volta che esci a correre).

IL COLLAGENE

Recentemente sono state introdotte sul mercato alcune formulazioni orali di collagene di tipo II, arricchite con una serie di molecole, che una volta assimilate possono essere usate dall’organismo come mattoni per rigenerare la vecchia cartilagine.

Il collagene, oltre alle sue proprietà meccaniche, una volta somministrato per via orale è in grado di indurre un lieve effetto antiinfiammatorio oltre che a stimolare la produzione di molto altro collagene.

IL NOSTRO CONSIGLIO

Se il dolore ti costringe ad usare regolarmente farmaci antiinfiammatori (responsabili di gravi effetti collaterali a lungo termine) forse sarebbe il caso di provare a seguire un ciclo di 40-60 giorni di trattamento orale con prodotti a base di collagene ed eventualmente se il tuo ortopedico di fiducia lo ritenesse opportuno potrebbe consigliarti un ciclo di infiltrazioni di acido ialuronico.

Il dolore articolare prolungato nel tempo peggiora la tua qualità di vita costringendoti a rinunce e alla continua assunzione di farmaci, ciò che puoi fare è assumere i prodotti giusti affinché tu possa ritornare a sentirti fisicamente in forma.

 

 

47 risposte a “Acido Ialuronico, l’elisir per le nostre articolazioni”

  1. Andreea ha detto:

    Buona sera. Io ho una piccola lacerazione alla cuffia della spalla dx. Potrei risolvere con delle infiltrazioni o devo fare per forza l’intervento? Grazie!

    • Staff ha detto:

      Buongiorno
      bisognerebbe conoscere bene lo stato della lacerazione .Solitamente l ortopedico consiglia l intervento .
      Cordialmente
      Lo Staff

  2. Buongiorno, io dovevo fare la protesi al ginocchio dopo due artroscopie non riuscite, ora purtoppo ho prolungato lintervento perché ho avuto un tumore alla mammella, ad aprile finirò la terapia biologica e loncologa mi ha detto che forse potrò fare lintervento, il dolore adesso mi sta massacrando non ce la faccio più vorrei sapere se facendo adesso lacido ialuronico dopo quanto tempo posso fare lintervento, grazie per la risposta

    • Staff ha detto:

      BUONGIORNO
      NON SO RISPONDERLE DEVE CHIEDERE AL SUO ORTOPEDICO IN QUANTO NON VI è UNA REGOLA UNICA OGNI SITUAZIONE VA ANALIZZATA .

  3. Bovenga Giuseppe ha detto:

    Grazie perbavermi risposto. Oggi pometiggio andro’a fare 2 a infiltraxiobe di acido jaluroico at ginocvhiodx. Dopo cge faro 3.a infiltrazione trs quindici giorni poddo meytere sul ginocchio hondrogel . 10 bustine acido jaluroico rd in piu’ continuate a ptendere protocol plus e quandk termuno pillolr di coidrituna et glucisammina inizuare cura pet tre mesi di cindro 24. Graxie se mi fornite risposta. Se vokete potete chiamarmi al 3339671766.

  4. Bovenga Giuseppe ha detto:

    Bg trovo utilissimo il contenuto delle risposte fornito alle persone che si rivolgono a lei. Mi riservo di chiamare al numero inducato perche sono un atleta nella mia vita ho fstti sempre sport ef in particolare hi giicsto al pallone sino al giorno diciotti naggii 2018 wuandi ho ricevuto uns ginocchiata al lati destrk del ginocchi. A 72 anni all’epoca convivevo con artrosi che mi permetteva comunwuebdi correte tsnto r mettere i pallini al centrk srea in qualits’ fi als destra. Ho fatti cstegoria e partecioato a gsre du velovita’, wusndi rti studente. Attyalmente sti fscendo infiltrazioni e quessta ultima infiltrazionr mu ha dsro un po di sollievo. Ne devo fare altre due a distanza 25 gg. Dti asdhmento fiake di ptoticckllum da 35 ml. r stk applicandk pomsta a badd dj glucosammina e cointrutina per fsre abbinamento con pillole di coindritina e glucosammina. Inoltre oet shonfuafe ginicvhio sti mettrndo anche ippocastano plus. Doni molto metidivo e ce la sto mettendi tutta per cercare di fare anche mezzo tempo. Alla mia eta’ 74 anni est vefa cinquista. Comunque ogni mattuna faccio esercizu gunnici isimettiche pet meytrrr im movimento ginocchio. Se avegr ds darmi shggerimrnti io li accetti pet cercare di ritirnare a correrr corrrre la mua vits. Grazie Giuseppe Bovenga tel 3339671766 Grazie mille. SALUTI DA UN ATLETA CHE SPERS DI TORNARE A CORRERE G RNA Z I E.

    • Staff ha detto:

      BUOGIORNO E SINCERI COMPLIMENTI PER L INTRAPRENDENZA !!!!!!!
      NON CREDO DI POTERLE FORNIRE ULTERIORI CONSIGLI RISPETTO A QUELLO CHE LEI STA GIà PRATICANDO ,IO LE AUGURO DI RIUSCIRE A TORNARE A CORRERE COME UNA VOLTA MA BISOGNA ANCHE A VOLTE ACCETTARE CHE IL TEMPO PASSA E LEI HA USATO MOLTISSIMO LE SUE ARTICOLAZIONI E OGGI HANNO BISOGNO DI CURA E RIPOSO ,SICURAMENTE POTRà FARE DELLE PICCOLE COSE MA CON MODERAZIONE .I CICLI INFILTRATIVI SOLITAMENTE SONO DI GRANDE AIUTO ,DONANO SOLLIEVO E QUELLI NON SMETTA DI FARLI.
      Cordialmente
      lo staff

  5. Gianni ha detto:

    Una eco.. diagnosi:microcalcificazione 2mm.al tendine sovrraspinoso.
    Un ortopedico mi propone una infiltrazione di a.i. nell’articolazione della spalla..l’unico rimedio possibile..
    Secondo voi? Grazie

    • Staff ha detto:

      Buonasera probabilmente non è l’ unico rimedio possibile anche se x valutarlo sarebbe necessario poter vedere le immagini dell’ ecografia.Sicuramente le infiltrazioni potrebbero essere molto utili .
      Cordialmente
      lO staff

  6. Marilena ha detto:

    Buongiorno.
    Da 3 mesi ho dolori articolari e muscolari il medico e il ginecologo dicono che questi possono essere dovuti dalla menopausa; da un mese sto’ facendo una cura che mi ha prescritto l ortopedico con antinfiammatorio vitamina D e Alanerv ma con scarsi risultati.. ho visto in internet che ci sono integratori per bocca a base di acido ialuronico e glucosamina che allevierebbero i dolori..può essere una soluzione? Scusa mi consiglia? Grazie

  7. Lucia ha detto:

    Buona sera ho 45 anni e mi hanno diagnosticato un principio di artrosi al bacino, ho letto che la glucosamina, l’acido ialuronico e il collagene integrati con una dieta adeguata possono essere di aiuto, vorrei sapere se esiste un integratore che li contenga tutti e tre.
    Grazie buon lavoro
    Lucia

    • Staff ha detto:

      Buongiorno
      il mercato sugli integratori per le articolazioni è molto varie ,se mi chiede un consiglio su un prodotto che contenga tutte e tre i principi attivi che mi ha richiesto le potrei indicare AMIODIAL BF .
      Solitamente l indicazione più specifica la propone l ortopedico che ha conoscenza delle sue particolari esigenze .
      Spero di esserle stata comunque utile.
      Mi tenga informata.
      Cordialmente
      Lo staff

  8. dario ha detto:

    Buongiorno, tra un prodotto a base di solo acido ialuronico ad alto peso molecolare, uno con dentro solo Glucosamina solfato ad alto dosaggio e un terzo prodotto con dentro invece più prodotti come Glucosamina solfato, Condroitina solfato, Collagene idrolizzato, Metilsulfonilm (MSM), Vitamina C, a dosaggi ovviamente più bassi rispetto ai primi due, quale sarebbe da preferire ? Potreste darmi una spiegazione ? ve ne sarei grato

    • Staff ha detto:

      BUONASERA LA SUA DOMANDA è COMPLESSA PERCHE MI PARLA DI PRODOTTI DIVERSI TRA LORO.
      INIZIEREI A FARE ORDINE DICENDOLE CHE LA PRIMA DIFFERENZA STA NELLA PRESCRIZIONE O CONSIGLIO DEL SUO MEDICO O ORTOPEDICO IN BASE AL TIPO DI PROBLEMA CHE PRESENTA ,COMUNQUE IN LINEA DI MASSIMA I PRODOTTI A BASE DI GLUCOSAMINA ,VITAMINA C COLLAGENE ,SONO SOLITAMENTE OTTIMI PRODOTTI SEPPUR CON DOSAGGI MENO ELEVATI SERVONO PER TRATTAMENTI PIU LUNGHI ,SERVONO A MIGLIORARE ,PRESERVARE LE SUE GIUNTURE E ARTICOLAZIONI ,SE INVECE HA UNA PATOLOGIA PARTICOLARE SI CONSULTI CON UN BRAVO ORTOPEDICO MAGARI PUO CONSIGLIARLE IL PRODOTTO AD OK PER LEI.
      CODIALMENTE
      LO STAFF

  9. Raffaella ha detto:

    Prendi la carbamazepina posso prendere gli interview di collagene e ialuronico?

    • Staff ha detto:

      Buongiorno
      a nostro avviso non dovrebbero esserci problemi ,comunque vista la terapia farmacologica che sta assumendo le consiglierei comunque di sentire il parere del suo medico .
      cordialmente
      lo staff

  10. anna ha detto:

    Buon giorno – desideravo sapere se le infiltrazioni di acido ialuronico sono controindicate per diabetici tipo 2 grazie

  11. Chiara ha detto:

    Buongiorno,
    Da un anno a questa parte soffro di dolore al ginocchio sinistro che si acutizza nello scendere e salite le scale. In seguito a RM l’ortopedico mi ha diagnosticato la sindrome di Hoffa. Vorrei chiedere gentilmente se le infiltrazioni di acido ialuronico potrebbero dare benefici.
    Il dolore persiste da tanto e mi impedisce il normale svolgimento delle attività quotidiane, quindi, voglio provare ogni tipo di soluzione. Grazie mille

    • staff ha detto:

      Gentile signora,
      Il trattamento del suo problema con infiltrazioni di acido ialuronico non mi sembra contemplato tra i trattamenti di elezione. Metodi tradizionali nel trattamento della sindrome di Hoffa sono:

      1 riposo da corsa, balzi e posture con ginocchio piegato in modo prolungato
      2 crioterapia per ridurre dolore e infiammazione
      3 anti-infiammatori non steroidei e steroidei
      4 kinesiterapia: tecarterapia-laserterapia
      5 esercizi di rinforzo muscolare settoriale
      6 taping neuromuscolare: spesso il supporto della rotula attraverso il nastro kinesiologico può ridurre l’attrito delle strutture circostanti, specie durante le attività sportive.
      Tuttavia, consigliamo di chiedere parere a specialisti del settore che possono soddisfare meglio il suo quesito.

  12. Gio ha detto:

    Salve, a me risulta che l’acido ialuronico per via orale risulta efficace, in America studi pilota pubblicati su siti specializzati ad esempio PubMeb, danno ampia prova di risultati degni di nota.

  13. Donatella ha detto:

    Buongiorno, ho 54, sono stata operata a settembre dell’anno scorso per una lesione al menisco al ginocchio destro con buon esito; purtroppo il dolore che provavo non era dovuto alla lesione del menisco ma ad una condropatia di 3 grado (al 4 grado si procede con l’intervento di protesi). Mi sono sottoposta già al secondo ciclo di infiltrazioni di acido ialuronico (a luglio ho fatto le tre infiltrazioni).Vorrei sapere se il vostro integratore Fluid Motion potrebbe avere effetti positivi sul dolore che continuo ad accusare al ginocchio dx, grazie.

    • Gentile signora, penso che lei si riferisca al prodotto syneasy.
      Una condropatia di 3 grado è un problema sicuramente piuttosto serio.
      Non mi sento di dirle che il syneasy possa risolvere completamente il suo problema, ma sicuramente può essere efficace nel cercare di arrestare il progredire del suo disturbo e nell’alleviare parzialmente il dolore che prova.
      Cordialmente la farmacia.

  14. Nicola ha detto:

    Salve
    Vorrei sapere se consigliate l’integratore Solgar Projoint Complex per problemi alla cartilagine in seguito ad incidenti.

    Grazie

    • Staff ha detto:

      Il prodotto di cui ci parla lei è un composto organico contenente zolfo in associazione a glucosamina e condroitina, costituenti nel tessuto cartilagineo articolare, quindi si è un prodotto ottimo e potrebbe avere degli ottimi risultati ad utilizzarlo, noi consigliamo naturalmente quello che trova nella nostra bacheca e-commerce che si chiama syneasy collagene che oltre ad avere la composizione del projoint complex ha la vitamina c che aiuta le cellule dallo stress ossidativo e contribuisce alla normale formazione del collagene utile x le fisiologiche funzioni di cartilagini,ossa e pelle.

  15. pasquale tufano ha detto:

    Buon pomeriggio , vorrei chiedervi un medicinale che possa essere combinato con un antinfiammatorio e anestetico e vasodilatatore per uso mesoterapico per meniscopatia ;attualmente sto usando orudis, irrodan e carbocaina ma vorrei aggiungere la componente di collagene che forse è preferibile all’acido ialuronico ,che mi suggerite da mettere nel cocktail?Sono disposto a cambiare anche tipologia di antinfiammatorio k anestetico o altro ma che si possano combinare con collagene iniettabile per via mesoterapica, grazie

    • Staff ha detto:

      Gentile cliente,
      allo stato attuale in commercio non disponiamo di formulazioni di collagene idonee al trattamento mesoterapico.
      Le possiamo consigliare la somministrazione orale di collagene mediante prodotti specifici, come ad esempio syneasy oppure valutare un diverso percorso terapeutico in accordo con il suo ortopedico di fiducia.

  16. Giulia Marchetti ha detto:

    Buona sera, intanto grazie per l’interessante articolo. Avrei un quesito da porvi che mi sta molto a cuore.
    Ho solo 20 ANNI e mi è stata diagnosticata una condropatia Rotulea e di conseguenza sono stata costretta ad interrompere la corsa e lo sport. Posso chiedere quali farmaci per somministrazione orale consigliereste voi? Anche solo il principio attivo se per motivi di pubblicità non vi è permesso fare nomi. Online si trovano veramente troppe cose quindi è facile incorrere in compresse utili quanto un placebo. Grazie infinite davvero…

    • Staff ha detto:

      Gentili cliente,
      la condropatia può essere trattata con l’uso di un antiinfiammatorio come ad esempio Ibuprofene nel dosaggio da 400 mg ogni 8 ore, al quale può associare un integratore per la salute cartilaginea come ad esempio syneasy.
      In futuro se questo trattamento non dovesse andare a buon fine, potrebbe valutare in accordo con il suo ortopedico di fiducia di intraprendere un trattamento di viscosupplementazione con prodotti a base di Acido ialuronico iniettabile.

  17. Cecilia ha detto:

    Buongiorno,mia mamma avrà 90 anni a luglio e da un po’ di tempo ha fortissimi dolori ai piedi, soprattutto sotto e anche nella parte anteriore verso le dita e caviglia….nn so più cosa fare perché il suo medico di base nn ci aiuta ….le dice che è artrosi….e che nn si può fare nulla. L acido ialuronico potrebbe aiutare ?? Mi potete consigliare qualcosa ??
    Faccio presente che da circa 6 mesi assume un farmaco salvavita tipo comadin, si tratta di “lixiana”:
    Questo solo x informazione ed eventuale controindicazioni.
    Grazie infinite dei vostri suggerimenti.
    Cecilia Turcato

    • Gentile signora, infiltrazioni di acido ialuronico a livello del piede non hanno una casistica di studi ancora ben documentata.
      Alcuni ortopedici la praticano ma in letteratura non esistono prove sulla sua efficacia.
      Sarebbe magari il caso, qualora non l ‘ avesse già fatto, di rivolgersi ad un bravo podologo che le potrebbe indicare possibili soluzioni per ridurre il problema di sua madre

  18. Lavinia ha detto:

    Buongiorno ho 67 anni ho fatto l’acido ialuronico da 4 mesi. Nel sx. E nel dx da 2 mesi circa. Ma va a giorni. Alcuni con dolori da indurmi a fermarmi se sto camminando.. Che mi succede? Grazie

    • L’utilizzo di acido ialuronico difficilmente porta ad un peggioramento dei dolori quando si cammina.
      Anzi solitamente al suo uso si associa un miglioramento di questo tipo di problemi.
      Nel suo caso andrebbe valutata in modo più approfondito la sua condizione per valutare meglio la gravità del suo problema.

  19. Tanchis Andrea gavino ha detto:

    Mia moglie ha iniziato a fare le infiltrazioni con acido ialuronico per artrite dopo aver fatto la risonanza e già alla seconda e gli anno consigliato di farne una alla settimana in più prende un integratore brocur ,ha iniziato ad avere un po’ di sollievo ,volevo chiedere per quanto tempo bisognerà continuare con questa cura e se può prendere anche le pastiglie delle quali parlate negli articoli grazie

  20. antonella marzullo ha detto:

    BUONASERA,HO SENTITO PARLARE DI GOCCE DA PRENDERE PER BOCCA DI ACIDO IALURONICO,PER UN AIUTO AI DOLORI ARTICOLARI,MI SAPREBBE CONSIGLIARE QUALE PRODOTTO?
    GRAZIE
    ANTONELLA

    • Staff ha detto:

      Buongiorno
      l’osteoartrite colpisce circa il 50% della popolazione e quando compare si caratterizza con sintomi quali: dolore, rigidità, infiammazione, versamenti.
      l’acido ialuronico serve a lubrificare e nutrire le articolazioni, e ci sono 2 modi di assumerlo ,via orale o attraverso le infiltrazioni che generano 2 effetti
      effetto viscosupplementazione: aumento della viscosità dell articolazione ,protezione dalle sollecitazioni meccaniche ,ovvero effetto lubrificante.
      effetto viscoinduzione: protezione cellulare .
      ci permettiamo di dire che potrebbe essere utile utilizzare prodotti a base di Collagene , Condroitinsolfato sodico, Glucosammina che hanno proprio la funzione di migliorare le fisiologiche funzioni delle cartilagini delle ossa e della pelle.
      Sull’utilizzo dell’acido ialuronico per uso orale non ci sono ad oggi studi importanti che ne attestino il successo, esistono sul mercato composizioni e associazioni varie in compresse.
      Esistono integratori molto validi e infiltrativi che possiamo consigliarle.
      Restiamo a sua completa disposizione, ci chiami quando vuole al numero 035 620243
      Cordialmente
      Lo staff.

  21. Natasha ha detto:

    Buongiorno il mio medico mi ha iniettato in un ginocchio Hyalubrix 30 mg/2ml e all altro ginocchio Ialoral HA 40mg/2ml-2% e volevo sapere se è la stessa cosa o no ,perché sulla secondo ginocchio o avuto tanto dolore durante la somministrazione grazie

    • Staff ha detto:

      Gentile Cliente, ci sentiamo di dirle che il maggior dolore che ha sentito è da imputare alla manualità dell’operatore visto che i due diversi tipi di acido ialuronico utilizzati sono sovrapponibili in termini sia di efficacia che di tollerabilità.

  22. Luisa ha detto:

    Buongiorno, leggo che L acido jaluronico ha un assorbimento gastrico molto basso, mi sapete consigliare un prodotto con un buon assorbimento?

    • Staff ha detto:

      Buongiorno Luisa,
      Come giustamente notava l’assorbimento di acido ialuronico a livello intestinale è realmente scarso, questo a livello intestinale viene infatti idrolizzato nei suoi metaboliti i quali pero’ una volta assorbiti ne possono aiutare la sintesi endogena .
      Le possiamo quindi consigliare Syneasy, un ottimo integratore ricco in glucosamina, condroitina e collagene di tipo II, arricchito con vitamina c, in modo da stimolare la sintesi di collagene, e curcuma, dalle ben note proprietà antinfiammatorie.
      Puo’ trovarlo in offerta sul nostro sito http://www.farmaciabrembate.it

  23. Giuseppe ha detto:

    Buongiorno ho fatto un ciclo di tre iniezioni di acido ialuronico per coxartrosi e il mio medico dice che devo prendere bustinper per bocca con condroitina e glucosamina. Dono stato operato di tumore allo stomaco e ho letto su internet che la condroitina sui topi ha stimolato la crescita di un tipo di melanoma comune e non vorrei prenderla. Mi consiglia un prodotto senza confronti ugualmente efficace. Grazie e buon lavoro.

    • staff staff ha detto:

      Buongiorno Giuseppe,
      ci dispiace molto, ma in questo caso specifico non possiamo, come Farmacia, consigliarle un prodotto alternativo. Sicuramente il suo medico di fiducia conoscendo lo storico della sua cartella clinica, avrà agito di conseguenza. Se avesse comunque dei dubbi la invitiamo a contattare un altro specialista. Le auguriamo una pronta guarigione.
      Cordialmente
      Lo staff

  24. Bruno ha detto:

    Ho da circa due mesi un costante dolore alla spalla dx venuto fuori senza traumi. Ho fatto un ciclo di fisioterapia laser tecar ed elettrostimolazioni ma il dolore persiste. Cosa potrei prendere per via orale, grazie

    • Staff ha detto:

      Gentile Bruno,
      dò per scontato che lei abbia escluso la necessità di operarsi.
      Detto questo,optando per una terapia conservativa,il consiglio che posso darle è di utilizzare per un breve periodo (circa una settimana)un farmaco ad azione antiinfiammatoria/analgesica, tipo ibuprofene 400 mg due volte al giorno.
      Durante il trattamento sarebbe opportuno assumere una protezione gastrica ,tipo omeprazolo 20 mg al giorno.
      Certamente utile sarebbe poi utilizzare ciclicamente prodotti a base di sostanze utili al trofismo articolari di origine naturale,tipo che anche in un trattamento a lungo termine presentano scarsi o nulli effetti collaterali.
      cordialmente
      lo staff

  25. Emanuela ha detto:

    Faccio già da ortopedico iniezioni al ginocchio acido ialuronico dopo artroscopia. Mi ha consigliato catijoint forte ma volevo sapere se meglio acido ialuronico in pastiglie. Cordialità grazie.

    • Staff ha detto:

      Buongiorno
      sicuramente le infiltrazioni di acido ialuronico funzionano molto bene e in modo veloce ,se mi chiede se sarebbe opportuno o l uno o l altro le rispondo che non sono la stessa cosa ma credo che il suo medico dopo averle fatto un ciclo di trattamento infiltrativo abbia ritenuto opportuno darle un prodotto da coadiuvante che continui il risultato delle infiltrazioni , sul mercato puo trovare molti prodotti similari , ritengo che il suo medico le abbia dato un buon prodotto ,noi solitamente consigliamo syneasy come trattamento coadiuvante dopo un ciclo infiltrativo .
      Spero di esserle stata utile
      Cordialmente
      Vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *